Linee guida per i file di Stampa

Checklist rapida per file di stampa corretti

Affinché il risultato di stampa corrisponda alle tue aspettative, la nostra checklist ti consente di verificare gli aspetti più importanti a cui prestare attenzione durante la creazione dei tuoi file.

  1. formato file: conforme ai parametri delle istruzioni, comprende anche i margini di rifilo
  2. scala di colore: selezionato CMYK
  3. tipo di file: PDF, TIF o JPG
  4. risoluzione: da 300 dpi a 356 dpi
  5. scritte: sono incorporate

Checklist completa per creare il tuo file di stampa corretto

In questa sezione trovi i parametri e le specifiche da rispettare per la creazione dei tuoi file di stampa.

1 / Formato del file

Il formato del file da imposatre è il formato Acrobat PDF

Misura del File

Il formato del file deve includere l’offset per l’abbondaggio. Ad esempio per un biglietto da visita con formato finito 85×55 impostare la misura del file con più 1 mm di abbondaggio, quindi il risultato sarà misura file 87×57 mm.

Rispettare per la Grafica e i testi una distanza dal bordo del file di almeno 4 mm (la linea verde tratteggiata nell’esempio a seguire)

Un Esempio

Il seguente esempio si riferisce a un biglietto da visita di formato finale 8,5 x 5,5 cm. Lungo tutto il perimetro è stato creato un margine di rifilo di 1 mm per ogni lato. Il formato file, quindi, misura 8,7 x 5,7 cm. Inoltre, testi e oggetti devono essere posizionati rispettando la misura di sicurezza specifica per il prodotto. Nell’esempio, la distanza è di 4 mm dal bordo del formato file.

Segni di stampa

Il file non deve contenere nessun segno di stampa come crocini di piega, taglio o registro per evitare che vengano stampati.

Orientamento e sequenza pagine

Imposta l’orientamento corretto verticale o orizzontale  del layout e, nel caso di prodotti con più pagine, la sequenza delle pagine dei file di stampa siano corretti.

2 / Profilo di colore Scaricare, installare e attivare il profilo di colore corretto nel documento.

• In generale: scaricare il profilo di colore ICC ISO Coated V2 300% (ECI)• per prodotti di comunicazione pubblicitaria e manifesti (stampa digitale): scaricare il profilo di colore ICC ISO Coated V2 (ECI)• maggiori informazioni sui profili ICC ECI sono disponibili su eci.orgIl profilo di colore deve essere impostato come output intent (intento di output).A tal fine, in Adobe InDesign aprire la finestra di dialogo Esporta Adobe PDF e selezionare il profilo desiderato in “Nome profilo intento di output” nella scheda Output. Inoltre, Adobe Acrobat permette di controllare l’intento di output impostato nel PDF tramite la funzione Verifica preliminare.

I file di stampa trasmessi devono essere sempre salvati con un profilo di colore. Utilizza il profilo “ISO Coated V2” (ECI) per i nostri prodotti  in modo da ottenere una massima resa dei colori. Per tutti gli altri prodotti utilizza il profilo “ISO Coated V2 300% (ECI)”. Tramite la gestione interna dei colori, ottimizziamo i tuoi file di stampa secondo lo standard PSO, sempre in relazione al materiale di stampa selezionato. Se i tuoi colori sono creati in scale di colore alternative potrebbero verificarsi lievi variazioni cromatiche.

3 / Impostare la corretta Modalità di colore

Per i prodotti a 4/4 e 4/0 colori: impostare CMYK

• per i prodotti a 1/0 e 2/0 colori: rispettare le indicazioni sui colori speciali riportate nel foglio d’istruzione

• per i prodotti realizzati esclusivamente con colori speciali, non utilizzare il modello CMYK

• se si trasmettono i file tramite il workflow RGB, occorre tenere presente che questi verranno automaticamente convertiti a CMYK in un secondo momento.
Questo potrebbe causare una lieve variazione cromatica; ad esempio, i colori RGB che su schermo appaiono brillanti potrebbero risultare attenuati sul prodotto stampato.

La scala di colore CMYK viene utilizzata per la stampa, mentre a monitor viene visualizzata un’anteprima in modalità RGB.
Di conseguenza, abbiamo bisogno di ricevere i file di stampa in modalità CMYK.

File di stampa RGB CMYK
CMYK vs. RGB

 

Percentuali di colore

  • L’apporto di colore non deve superare il 300% né essere inferiore al 10%.
    Se si utilizza il profilo di colore ISO Coated V2 300 % (ECI), queste percentuali sono impostate per default

Colori speciali

  • per i prodotti stampabili a 4 colori (stampa a 4/0 o 4/4 colori) non utilizzare colori speciali o scale di colore alternative. in questo caso, infatti, i colori speciali vengono convertiti automaticamente in CMYK; pertanto, il risultato cromatico potrebbe essere interpretato in modo errato

Colori di processo (CMYK)
La classica stampa in quadricromia utilizza il sistema di griglia Ciano, Magenta, Giallo e Nero. Suggerimento: i file di stampa da inviare devono essere creati esclusivamente in colori puri CMYK. Tinte piatte (anche con scale di colore CMYK alternative), scale di colore NChannel, DeviceN, Lab o RGB possono causare differenze di resa cromatica.

4 / Creare soggetti neri e grigi in modo corretto.

Creare i testi in nero puro (C=0, M=0, Y=0, K=100) è consigliato per creare soggetti neri e grigi, ad esempio testi e linee, in nero puro.

Nero puro
Usare Il nero Profondo  Ciano 60%, Magenta 40%, Giallo 20%, Nero 100% per le aree nere dove è possibile ottenere un nero profondo aggiungendo percentuali di altri colori.

Nero profondo

In base al gusto personale è consentito mischiare percentuali di altri colori finché non si raggiunge l’apporto massimo di colore previsto per il prodotto. Ciò non è consigliabile per testi e linee, poiché si possono verificare facilmente imprecisioni di registro.
A titolo esemplificativo, riportiamo di seguito le percentuali di colore abituali:• Nero puro: C=0, M=0, Y=0, K=100• nero profondo: può essere ottenuto mischiando percentuali di altri colori, ad esempio C=40, M=0, Y=0, K=100• grigio: C=0, M=0, Y=0, K=50 • grigio caldo o freddo: per generare tinte grigie con sfumature particolari, è possibile aggiungere piccole percentuali di ciano o magenta, ad esempio C=10, M=0, Y=0, K=50 per ottenere un grigio caldo o C=0, M=10, Y=0, K=50 per un grigio freddo.

Utilizzare correttamente i colori speciali e le tinte piatte.

Per i colori speciali (HKS/pantone), prestare attenzione a inserire correttamente i canali di colore, ovvero i nomi dei campi corrispondenti al valore cromatico desiderato. Questa informazione è inclusa nel foglio d’istruzione.Nella maggior parte dei casi, i colori speciali non devono essere utilizzati con la funzione “sovrastampa”, poiché la tonalità stampata non corrisponderebbe al colore speciale indicato nella guida HKS o PANTONE. Per rifiniture particolari, come la verniciatura o la plastificazione, le tinte piatte devono essere impostate anche in sovrastampa.

Tinte piatte (per esempio HKS, PANTONE)
Una tinta piatta (detta anche colore spot o colore speciale) è un colore predefinito. Il vantaggio della tinta piatta è che può essere stampata anche se non riproducibile attraverso i quattro colori puri di quadricromia. Due classificazioni note di tinte piatte sono per es. i sistemi HKS e PANTONE. Alcuni dei nostri prodotti vengono realizzati con un colore HKS (per esempio carta da lettere 2/0 colori o 2/1 colori).

5 / Gli elementi bianchi vengono stampati solo se non sono stati impostati in “sovrastampa”

Impostazione di sovrastampa attivata

Sovrastampa attiva
con la sovrastampa i valori cromatici dell’oggetto da sovrastampare vengono aggiunti ai valori cromatici dell’oggetto sottostante. Questa funzione viene utilizzata principalmente con testo nero per evitare bordi bianchi su sfondi colorati.

Se la funzione di sovrastampa è attivata, lo sfondo non viene lasciato fuori, ma viene anch’esso impressionato. Il testo viene stampato, per così dire, sullo sfondo e non si verificano bordi bianchi se i pannelli sono leggermente sfalsati. La sovrastampa non è indicata per elementi bianchi che durante l’incisione “scompaiono”.

Anche le superfici nere che ricoprono per intero o in parte altri oggetti sono problematiche, poiché a seconda dello sfondo si hanno valori di nero diversi. La sovrastampa può essere utilizzata come “effetto” (ad esempio effetto ombra impostando un’area grigia chiara su sovrastampa).

Impostazione di sovrastampa disattiva

Sovrastampa disattiva

6 / Impostazione del Testo

  • inserire sempre testi e linee sottili in nero puro
    (Esempio: Ciano 0%, Magenta 0%, Giallo 0%, Nero 60% o Ciano 0%, Magenta 0%, Giallo 0%, Nero 100%)

Utilizzo dei Font

Dimensione minima del carattere
Per permettere di leggere facilmente il testo stampato, il corpo delle scritte non deve essere inferiore a 6 pt (2,1 mm).

Incorporare le scritte
Verificare che tutte le scritte del file di stampa siano incorporate. Nella maggior parte dei casi, le scritte vengono incorporate in automatico dopo l’esportazione in PDF. In caso contrario, occorre convertire i testi in tracciati.

7 / Utilizzo delle Linee

Informazioni generali sullo spessore delle linee

  • lo spessore per le linee in positivo (linee scure su sfondo chiaro) deve essere di almeno 0,25 pt. (0,09 mm)
  • lo spessore per le linee in negativo (linee chiare su sfondo scuro) deve essere di almeno 0,5 pt. (0,18 mm)

Linee dei file di stampa

Anche nei grafici ridotti lo spessore delle linee non deve essere inferiore ai parametri indicati. I fogli d’istruzione dei singoli prodotti contengono informazioni e indicazioni specifiche al riguardo.

8 / Tipi di file da esportare

I file di stampa accettati sono formato PDF, TIF o JPG.

I file creati con programmi di elaborazione grafica come Adobe Photoshop devono pervenirci in formato TIF o JPG.

Specifiche dei file di stampa:

  • devono essere ridotti a un unico livello di fondo
  • non devono contenere canali Alpha
  • non devono contenere tracciati di esenzione/ritaglio
  • i file TIF devono essere salvati senza la funzione di compressione, con matrice di pixel Interleaved
  • i file JPG devono essere salvati con qualità massima e Baseline (Standard)
  • Se desideri inviare i tuoi file in formato PDF, ti preghiamo di utilizzare lo standard PDF/X-3.

Parametri per i PDF

I file PDF devono corrispondere alla versione standard PDF/X-3:2002.

Parametri generali per file PDF stampabili:

  • la versione PDF deve essere 1.3
  • impostare la riduzione delle trasparenze in modo tale che testi e vettori non vengano convertiti in dati di immagini
  • alta qualità/risoluzione (la denominazione può variare in base al software utilizzato), vedere anche Risoluzione
  • i pattern non sono ammessi
  • i commenti e i campi Form non sono consentiti
  • i sistemi di cifratura (come ad es. password) non sono consentiti
  • i commenti OPI non sono ammessi
  • le curve di trasferimento non sono ammesse

In aggiunta, si prega di rispettare i seguenti punti:

  • tutte le scritte devono essere convertite in tracciati
  • non ruotare i file PDF nel programma di visualizzazione (ad esempio Acrobat Reader)
  • modificare l’orientamento delle pagine nel programma grafico originale di elaborazione

9 / Risoluzione di stampa

Utilizzare la risoluzione corretta da 300 a 356 dpi • grande formato (a partire da DIN A2): da 100 a 150 dpiA valori di dpi inferiori, la stampa potrebbe risultare sfocata e alcuni pixel potrebbero essere visibili. Regola generale: più i prodotti di stampa vengono osservati da vicino, maggiore deve essere la risoluzione di stampa.

La risoluzione deve essere indicata in dpi (dots per inch). In linea generale: maggiore è il valore in dpi, più nitida sarà la stampa. Soprattutto nei prodotti di stampa di grande formato, è possibile ridurre il numero di dpi, poiché lo stampato non verrà osservato da vicino.

 

  • risoluzione necessaria: da 300 a 356 dpi
  • risoluzione per i prodotti di grande formato (DIN A2 e superiore): da 100 a 150 dpi

Alcuni prodotti necessitano di file di stampa con un livello di dpi significativamente maggiore. Ad esempio, per i timbri la risoluzione deve essere di 600 dpi.